Tuscolano, fermata la baby gang dei Lego

Cinque adolescenti si divertivano a rapinare negozi di giocattoli, picchiando e terrorizzando i commercianti. Fermati, saranno tutti sottoposti alla permanenza in casa

Sgominata la banda che rubava mattoncini Lego. A Roma, cinque adolescenti (il più “grande” ha 16 anni) si divertivano a rapinare i negozi di giocattoli, portando via quello che trovavano: bombolette spray, caricabatterie e mattoncini Lego. Spesso malmenavano i negozianti con calci e pugni; in un’occasione – durante uno dei loro colpi a fine gennaio – hanno sparato al negoziante con una pistola a pallini. Questa mattina, gli agenti della Polizia di Stato hanno notificato ai ragazzi la misura della “permanenza in casa”. Non potranno uscire da casa e le uniche persone con cui potranno parlare nei prossimi giorni saranno i familiari e gli assistenti sociali a cui sono stati affidati dalla magistratura specializzata.

Dopo tre settimane di indagini, la banda è stata infine individuata e fermata in zona Tuscolano. Gli agenti hanno potuto così collegare i ragazzi, tra i vari casi, anche a quello della rapina in via Fulvio Nobiliore (di cui sopra). Nella stessa via, a fine gennaio, un ambulante bengalese era stato vittima di una brutale aggressione da parte di minorenni, tale da causargli la perdita di un occhio. Si cerca ora di capire se la stessa “banda dei Lego” sia coinvolta nel fatto. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti