Tuscolano: polizia arresta banda di borseggiatori

Derubavano i clienti di un centro commerciale in zona Tuscolano, ma la polizia li ha arrestati grazie alle telecamere di sorveglianza

Si nascondevano tra i clienti del centro commerciale fingendo di essere una coppietta di fidanzati e studiando i movimenti delle possibile vittime per poi avvicinarle e rapinarle: questo il modus operandi di 3 cittadini colombiani – due uomini e una donna – arrestati dagli agenti della Polizia del commissariato Tuscolano. I loro colpi sono stati ripresi in diverse occasioni dalle telecamere di sorveglianza. I tre ladri sono stati bloccati dopo aver compiuto due ”colpi” a distanza di pochi minuti. Il primo ai danni di una donna a cui è stato ‘prelevato’ il telefono cellulare mentre scendeva una delle scale mobili; il secondo, sempre ad una ragazza, mentre era in fila per pagare un braccialetto.

È stato proprio quest’ultimo colpo ad essere fatale ai 3: la vittima infatti, accortasi del furto del suo cellulare, è riuscita a individuare tra la folla due persone che si stavano allontanando. La ragazza ha così rincorso i due, attirando l’attenzione di un poliziotto libero dal servizio che, con l’aiuto della vigilanza interna al centro commerciale, è riuscito a bloccarli.

Il terzo componente della banda, una donna, convinta di poter scagionare i suoi complici si è, di fatto, costituita consegnando il telefono rubato. Sul posto è poi giunta una pattuglia della squadra di POLIZIA giudiziaria del commissariato Tuscolano, già da tempo impegnata nelle indagini su alcuni furti avvenuti nello stesso centro commerciale. Gli investigatori, visionando le registrazioni delle telecamere di sicurezza, hanno accertato che il terzetto, poco prima aveva borseggiato un’altra ragazza sulle scale mobili.

I due fatti hanno permesso di arrestare in flagranza F.D.B.A. 36 anni, M.J. 26 anni e M.C.S.P. 45 anni. Il primo, per evitare un vecchio mandato di cattura, ha fornito un nome falso. Gli investigatori, che ora hanno dato un nome ai componenti della banda, stanno passando al setaccio tutte le immagini acquisite nei mesi scorsi e già da un primo esame sono emersi altri furti compiuti dalla banda. (L’UNICO)

Lascia un commento

commenti