Roma, usurai seviziano un imprenditore a Roma per 4 giorni: 5 arresti

I Carabinieri di Anzio hanno arrestato cinque usurai, accusati di aver sequestrato e seviziato un imprenditore 42enne romano

Un imprenditore 42enne romano è stato sequestrato e seviziato per quattro giorni di fila da 5 usurai, tutti arrestati dai Carabinieri di Anzio. L’imprenditore è stato sequestrato nella sua abitazione di Anzio ed è stato portato in uno scantinato di un bar di Nettuno, dove gli usurai lo hanno segregato per quattro giorni. Al termine della segregazione, l’imprenditore avrebbe convinto i suoi aguzzini che un suo amico avrebbe potuto risanare il suo debito: spostatisi sul litorale romano (dove sarebbe avvenuto il presunto incontro), il 42enne è riuscito a fuggire e a chiedere aiuto ai Carabinieri.

Durante la prigionia, l’imprenditore è stato continuamente picchiato da due uomini, C. A. (35enne con numerosi precedenti, per cui è stata disposta la custodia in carcere) e M. A. (il fratello 22enne con alcuni precedenti). In diverse occasioni si è aggiunto anche G. B. (40 enne incensurato). I tre sono accusati di estorsione, usura, sequestro di persona e lesioni aggravate.

Inoltre i Carabinieri hanno sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Nettuno P. B. (18enne incensurato) ed L. K. (donna ucraina con numerosi precedenti).

Lascia un commento

commenti