Via Edmondo De Amicis, il K2 è di nuovo chiuso

Dopo nove mesi di chiusura il tratto stradale era stato riaperto il 3 dicembre. FDI: "vicenda paradossale e tragicomica"

Via Edmondo De Amicis, strada nota anche come “K2”, è stata nuovamente chiusa il 13 dicembre. Dopo solo dieci giorni dalla riapertura, che ha fatto tirare un sospiro di sollievo ai cittadini dopo nove mesi di impraticabilità del tratto stradale per la sua messa in sicurezza, è emerso che i lavori sono ancora da ultimare.

“Ci piacerebbe sapere chi abbia autorizzato, a lavori ancora da terminare, il passaggio e la sosta di pedoni e di autoveicoli in occasione dell’evento sportivo che ha richiamato migliaia di tifosi su questa strada”, dichiara Fratelli D’Italia, che continua: “ci domandiamo anche se tutti i cittadini che in queste due settimane hanno percorso questa importante arteria, l’abbiano fatto in completa sicurezza o, se al contrario, tale modo approssimativo di svolgere i lavori di potatura delle alberature sia stato compiuto in maniera discutibile, con ancora più discutibile gestione delle aperture e chiusure della strada”.

Fabrizio Ghera e Andrea De Priamo, consiglieri capitolini di FDI, insieme a Federico Guidi, Lavinia Munni, Elisabetta Vinci e Mauro Ferri, chiedono inoltre in una nota “se sia normale che il Servizio giardini comunale faccia gli interventi di messa a sicurezza a rate e se quella del 3 dicembre sia stata una apertura spot”.

Il riferimento è al derby Roma-Lazio, che ha come di consueto comportato la congestione stradale. L’accusa di FDI verte sull’ipotesi che il tratto sia stato riaperto per evitare un aggravamento del traffico e le relative proteste in merito alla lentezza dei lavori sul K2, in merito ai quali Fratelli d’Italia aveva già sollevato numerose critiche attraverso manifestazioni, dichiarazioni alla stampa e in televisione, interrogazioni in Comune e Municipio e una convocazione della Commissione Ambiente. In occasione della riapertura del tratto FDI aveva evidenziato la manchevolezza del Commissario Tronca e dell’Amministrazione Raggi, definendo quest’ultima meritevole del “premio lumaca”.

Lascia un commento

commenti