Morte di Zhang Yao, è caccia al terzo uomo

Due dei tre autori dello scippo sono già stati individuati, uno è ancora ricercato

Non si fermano le ricerche e le indagini per risalire al terzo complice dello scippo fatale che ha causato la morte di Zhang Yao. La polizia, dopo diverse indagini, è riuscita a risalire a due giovanissimi, di 21 e 16 anni, entrambi residenti nel vicino campo rom di Via Salviati.

Per il ventunenne è scattato l’arresto, mentre il minore è stato denunciato. Tuttavia, si ritiene ci fosse un terzo complice, tutt’oggi ricercato. Si ipotizza che possa già essere scappato all’estero, o quanto meno che si sia trasferito fuori Roma.

E’ stato purtroppo inutile l’appello fatto dalle forze dell’ordine ai “capi” dei centri rom, ai quali era stato chiesto di consegnare gli autori dello scippo. La giovane studentessa, appena ventenne, si trovava a Roma per studio. Dopo aver subito uno scippo, nel tentativo di inseguire i ladri è stata investita da un treno.

Lascia un commento

commenti