Zingaretti su Stadio Roma: “Raggi dichiari le sue intenzioni, il tempo stringe”

Si avvicina la scadenza del 31 Gennaio, e la situazione sembra sfuggita di mano. La replica del Campidoglio smentisce le paure: tutto sotto controllo.

Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, chiede di accellerare i tempi sul nuovo Stadio della Roma, struttura che dovrebbe sorgere a Tor di Valle e che da tempo crea problemi all’interno dell’amministrazione comunale.

“Se la Raggi è ambigua sul progetto dello stadio della Roma? Abbiamo già detto che la cosa importante è produrre degli atti amministrativi – ricorda Zingaretti – perché mancano pochi giorni e quello di cui non c’è bisogno sono le interviste. Ora è il momento di mettere nero su bianco le vere intenzioni: quando le capiremo, giudicheremo”.

Non si è fatta attendere la replica di Paolo Berdini, Assessore all’Urbanistica della Capitale: “Lo stadio della Roma? Fino al 31 gennaio c’è tempo, oggi è il 16, non vi preoccupate, stiamo costruendo un tavolo tecnico con la Roma e stiamo andando avanti nell’interlocuzione”.

“Le cubature? Se ne parlerà in quel tavolo una riduzione tra il 20 e 40%? Vediamo. L’eliminazione di una torre o la riduzione di tutte e tre? L’indirizzo lo decide il tavolo tecnico che sarà istituito. Lo stiamo costituendo – ricorda Berdini –, mercoledì o giovedì ci sarà la prima riunione, entro questa settimana già si vedranno. Se la Roma dice che vuole 7 milioni di metri cubi e noi diciamo zero… poi vediamo di trovare un punto d’incontro. Lavoreremo a oltranza”.

L’assessore conclude la nota riferendosi ai suoi rapporti con la prima cittadina: “Se si sono tranquillizzati i rapporti tra me e la sindaca Raggi? Assolutamente, sono sempre stati tranquilli, non c’è mai stato disaccordo tra me e la sindaca”.

Lascia un commento

commenti